Scheda informativa del criceto

cricI criceti fanno parte dell’ordine dei roditori. La caratteristica principale di questo ordine di mammiferi sono i denti incisivi prominenti che continuano ad allungarsi nel corso di tutta la loro vita e devono perciò essere consumati rosicchiando per mantenerli della giusta lunghezza.
Un sottordine dell’ordine dei roditori è quello dei miomorfi di cui fa parte anche la famiglia dei cricetidi, delle tante specie di questa famiglia se ne allevano solo cinque: il criceto dorato, il criceto russo, il criceto siberiano, il criceto di Roborovskij e il criceto cinese.

Morfologia
Il corpo del criceto è rivestito di una morbida pelliccia. La pelle è morbida e abbondante. Le zampe sono piuttosto corte. Quando vuole guardarsi intorno si alza in piedi sulle zampe posteriori. Le zampe anteriori vengono usate per afferrare il cibo e per aiutarsi nella pulizia del pelo. Il muso ha dei lunghi baffi che hanno anche funzione di organo di tatto. L’olfatto e l’udito sono molto sviluppati. La vista invece è poco sviluppata poiché i criceti sono principalmente animali notturni.
Gli incisivi superiori e inferiori sono molto sviluppati e oltre che per mangiare vengono utilizzati per la difesa. Sono di color giallastro ma il colore è quello naturale e non deriva né da scarsa igiene né da malattie. Crescono in modo continuo e quindi il criceto deve poterli consumare mordendo bastoncini di albero da frutta o un pezzetto di pasta cruda ogni tanto.
La caratteristica peculiare del criceto sono le tasche guanciali ai lati della bocca che usa per raccogliere e trasportare il cibo.

Carattere
Il carattere può variare moltissimo: alcuni sono docili e tranquilli altri sono nervosi. Di solito un criceto maneggiato abitualmente e con delicatezza è un animale molto più docile. I criceti hanno un sonno pesante, se vengono svegliati di soprassalto possono mordere. Anche le femmine in allattamento vanno lasciate tranquille. Occupano molto tempo lavandosi, occupandosi del nido e correndo sulla ruota.

Il criceto dorato o Siriano
È il più grande tra i criceti in commercio: è lungo circa 13-15 cm e pesa tra gli 85 e i 150 g. Sono sessualmente maturi ad un’età compresa tra le 8 e le 12 settimane. La gestazione dura 15-16 giorni e l’età dello svezzamento è 20-25 giorni. L’età media è di 2-3 anni. Le mutazioni nel colore del mantello sono oltre 50 e si hanno 4 varietà di pelo principali: corto, lungo, rex e satin.

Il criceto russo o di Campbell
Sono lunghi 8-10 cm e pesano in media 30-40 g. La maturità sessuale viene raggiunta intorno ai 2 mesi. La gestazione dura 18-21 giorni e lo svezzamento avviene intorno alle tre settimane di vita. Ha una vita media di 1,5-2 anni.

Il criceto siberiano o Winter White
Assomiglia morfologicamente al criceto russo. È solo leggermente più pesante, ma la vita media è identica. Il mantello è di colore diverso, tipica è la variante “Pearl” cioè bianco con una striscia più o meno appariscente lungo la schiena e sul muso.

Il criceto di Roborovskij
È il più piccolo dei criceti tenuti in cattività: misura solo 5 centimetri e pesa in media 15-20 grammi. Solo di recente è entrato in commercio in Italia. Ha una vita media tra i 3 anni e i 3 anni e mezzo. Il suo carattere è piuttosto diffidente e i suoi movimenti notevolmente più rapidi rispetto alle altre specie per questi motivi è consigliato a chi ha già esperienza con i criceti.

(fonte: www.aicriceti.it)