Categoria: VIDEO

PAE – “Di carne si muore” – Intervento del Prof. Bruno Fedi

Il Prof. Bruno Fedi, anatomo patologo, urologo, docente presso l’università La Sapienza di Roma.
“L’uomo non ha una struttura anatomica da carnivoro…” infatti “…il preominide è un raccoglitore e ha un’alimentazione soprattutto vegetariana…”. Questo uno dei primi concetti espressi dal Prof. Fedi per anticipare quella che sarà una spiegazione dettagliata sull’argomento dell’alimentazione umana a partire dagli albori fino ad oggi, e delle numerose conseguenze per la salute e per l’ambiente che essa ha prodotto come conseguenza diretta.

PAE – “Di carne si muore” – Intervento del Dr. Vasco Merciadri

“I miei figli non hanno mai mangiato carne…dalla nascita”…”L’altra mia figlia, mi sono meravigliato….in vita sua non ha mai preso un antibiotico…mai in 23 anni!!”
Queste parole da sole sono sufficienti a far capire quanto il mangiare carne, ovvero altri animali, sia deleterio per l’organismo umano.
Il resto del filmato resta a voi ascoltarlo…

Tattiche e strategie verso una società aspecista – Interviene il Dott. Massimo Filippi

Massimo Filippi, professore universitario, socio fondatore di Oltre la specie e redattore di “Liberazioni. Rivista di critica antispecista”, si occupa da anni della questione animale da un punto di vista filosofico e politico. Oltre ad aver tradotto, tra le altre, opere di Acampora, Calarco, Mason, Patterson e Regan, ha pubblicato i seguenti volumi: Ai confini dell’umano. Gli animali e la morte (ombre corte, 2010); Nell’albergo di Adamo. Gli animali, la questione animale e la filosofia (Mimesis, 2010; in collaborazione con F. Trasatti); I margini dei diritti animali (Ortica, 2011); Natura infranta. Dalla domesticazione alla liberazione animale (Ortica, 2013) e Crimini in tempo di pace. La questione animale e l’ideologia del dominio (Elèuthera, 2013; in collaborazione con F. Trasatti) e in uscita tra poche settimane: Penne e pellicole. Gli animali, la letteratura e il cimema” (Mimesis, 2014, in collaborazione con E. Maggio). Continua a leggere

Tattiche e strategie verso una società aspecista – Interviene Lorenzo Guadagnucci

Lorenzo Guadagnucci lavora al Quotidiano Nazionale (Resto del Carlino-La Nazione-Il Giorno) dal 1990.
Ha lavorato in cronache locali e alla redazione centrale nei settori dell’attualità, dell’economia, degli esteri e della cultura, partecipando anche all’apertura del giornale on line del gruppo (1999-2001).
Durante il G8 di Genova del 2001 si trovò all’interno della scuola Diaz al momento dell’irruzione della polizia. Fu pestato e trattenuto in stato d’arresto per due giorni all’ospedale Galliera. Su questa vicenda ha scritto un libro, Noi della Diaz (Berti-Altreconomia) pubblicato nel 2002 (e ristampato nel 2008), e un altro con Vittorio Agnoletto, uscito nel 2011:L’eclisse della democrazia. Le verità nascoste sul G8 2001 a Genova (Feltrinelli). Continua a leggere

Tattiche e strategie verso una società aspecista – Interviene Annamaria Rivera

Annamaria Rivera, già docente di Etnologia e Antropologia sociale nell’Università di Bari, è antropologa, saggista, scrittrice, editorialista per testate quali “il manifesto” e “MicroMega”: in quest’ultima ha un suo blog. Dirige la collana di studi e ricerche “Antropo-logiche” della casa editrice Dedalo. E’ nota come studiosa dei sistemi d’inferiorizzazione e discriminazione, nonché per il suo impegno antirazzista, antisessista e antispecista.
Fra le sue opere più recenti: Il fuoco della rivolta. Torce umane dal Maghreb all’Europa (Dedalo 2012); L’imbroglio etnico, in quattordici parole-chiave (con R. Gallissot e M. Kilani, Dedalo 2012); La Bella, la Bestia e l’Umano. Sessismo e razzismo, senza escludere lo specismo (Ediesse 2010). Les dérives de l’universalisme. Ethnocentrisme et islamophobie en France et en Italie (La Découverte 2010); Regole e roghi. Metamorfosi del razzismo (Dedalo 2009). E’ anche autrice di un romanzo: Spelix. Storia di gatti, di stranieri e di un delitto (Dedalo 2010). Continua a leggere

Intervista Lorenzo Guadagnucci (Giornalista) – Sessismo, Razzismo e la loro relazione con lo Specismo

Lorenzo Guadagnucci lavora al Quotidiano Nazionale (Resto del Carlino-La Nazione-Il Giorno) dal 1990.
Ha lavorato in cronache locali e alla redazione centrale nei settori dell’attualità, dell’economia, degli esteri e della cultura, partecipando anche all’apertura del giornale on line del gruppo (1999-2001).
Durante il G8 di Genova del 2001 si trovò all’interno della scuola Diaz al momento dell’irruzione della polizia. Fu pestato e trattenuto in stato d’arresto per due giorni all’ospedale Galliera. Su questa vicenda ha scritto un libro, Noi della Diaz (Berti-Altreconomia) pubblicato nel 2002 (e ristampato nel 2008), e un altro con Vittorio Agnoletto, uscito nel 2011:L’eclisse della democrazia. Le verità nascoste sul G8 2001 a Genova (Feltrinelli). Continua a leggere

Intervista ad Annamaria Rivera (Antropologa e scrittrice) – Sessismo, Razzismo e la loro relazione con lo Specismo

Annamaria Rivera, già docente di Etnologia e Antropologia sociale nell’Università di Bari, è antropologa, saggista, scrittrice, editorialista per testate quali “il manifesto” e “MicroMega”: in quest’ultima ha un suo blog. Dirige la collana di studi e ricerche “Antropo-logiche” della casa editrice Dedalo. E’ nota come studiosa dei sistemi d’inferiorizzazione e discriminazione, nonché per il suo impegno antirazzista, antisessista e antispecista.
Fra le sue opere più recenti: Il fuoco della rivolta. Torce umane dal Maghreb all’Europa (Dedalo 2012); L’imbroglio etnico, in quattordici parole-chiave (con R. Gallissot e M. Kilani, Dedalo 2012); La Bella, la Bestia e l’Umano. Sessismo e razzismo, senza escludere lo specismo (Ediesse 2010). Les dérives de l’universalisme. Ethnocentrisme et islamophobie en France et en Italie (La Découverte 2010); Regole e roghi. Metamorfosi del razzismo (Dedalo 2009). E’ anche autrice di un romanzo: Spelix. Storia di gatti, di stranieri e di un delitto (Dedalo 2010). Continua a leggere

Intervista al Dr. Massimo Tettamanti su anti-vivisezionismo etico VS anti-vivisezionismo scientifico

E’ acceso il dibattito nel mondo antivivisezionista animalista e antispecista su questo argomento.   Qualcuno pensa che la tattica corretta contro la sperimentazione animale sia usare  argomentazioni di tipo etico, secondo le quali è eticamente immorale abusare di animali in ogni caso, anche se questo potrebbe produrre risultati utili alla specie umana. Altri invece pensano che la tattica migliore sia utilizzare argomenti scientifici e quindi si spendono per dimostrare che la sperimentazione animale è inutile e dannosa anche per l’essere umano.   Analizziamo in questo incontro ambedue le tematiche per capire quale sia la migliore e se l’una deve escludere necessariamente l’altra, al fine di raggiungere l’importante obiettivo strategico dell’abolizione della sperimentazione animale nell’ottica di una più totale liberazione animale.
Il Dr. Massimo Tettamanti, oltre che essere un ottimo relatore, è laureato in Chimica con indirizzo chimico-fisico-organico, presso l’Università degli Studi di Milano, Dottorato di Ricerca in Scienze Chimiche presso l’Università degli Studi di Milano e Siena è attualmente Consigliere scientifico dell’associazione Atra, Advisor del Mahatma Ghandi Center del Governo Indiano, Direttore del Nutrition Ecology International Center, NEIC, Consigliere Scientifico e Consulente onorario del Commitee for the Purpose of Control and Supervision of Experiments on Animals del Governo Indiano ed è inoltre autore di varie pubblicazioni scientifiche e presentazioni a congressi internazionali. Continua a leggere