“Non ho dubbio che sia parte del destino della razza umana, nel suo graduale miglioramento, smettere di mangiare animali, nello stesso modo che le tribù selvagge hanno smesso di mangiarsi l'un l'altra quando vennero a contatto con le più civili.” - HENRY DAVID THOREAU

Tolfa – 28 luglio 2013 – Rodeo dei butteri

buttero-tolfetanoIl 28 luglio a Tolfa si è svolto il Rodeo dei butteri.
Nonostante le diffide da parte del PAE e le numerose email inviate nel tentativo di non far svolgere almeno la “terza prova” (quella che prevede l’inseguimento, la cattura, e l’incaprettamento del vitello), il sindaco Luigi Landi è rimasto intransigente sulle proprie posizioni.
Difendendo una “tradizione” (rivelatasi poi in realtà un giro di soldi provenienti dalla Comunità Europea), crudele, anacronistica, incivile e diseducativa anche per i più giovani, il sindaco ha purtroppo dimostrato di voler lasciare Tolfa in una forte arretratezza culturale.
Ci opponiamo a questo.
Gli animali sono esseri viventi e senzienti e le tradizioni possono e devono essere modificate. Nulla è immutabile nel tempo. E’ solo questione di volontà.
Gli animali non devono più essere considerati come cose da usare per un nostro interesse e tantomeno “divertimento”, al di la del grado di sofferenza provocatogli. E’ un problema di principio, etico. Non sono nostri schiavi da cui trarne profitto.
Per questo vogliamo l’abolizione di tutte le sagre e feste che utilizzano animali.

Animali Liberi!

Tradizioni violente

Vitellino-catturato-al-lazo-600x390Dal Convegno “Quell’antica festa” svoltosi a Segni (Lazio) nel 1994 alcuni brani significativi degli interventi

“QUELL’ ANTICA FESTA …..”

Tradizioni , leggi , cultura

Per noi “animalisti” la privazione di libertà, l’addomesticazione violenta degli animali, per il loro uso nel lavoro, nell’alimentazione, nello sport e in qualsiasi altro campo è già di per sè un maltrattamento.

Domare in modo violento i cavalli, catturati in libertà, imporre ad essi il morso e le redini, farli lavorare più del necessario, stancarli con fatiche superiori alle loro possibilità, non curare le loro ferite e piaghe, nutrirli poco o male, usarli in qualsiasi modo è già più che maltrattamento, è crudeltà.

Così soggiogare i buoi, imprigionare mucche, vitelli, scrofe e maialini negli allevamenti intensivi e non, per trarne latte, carne e pelli, sottoporli a viaggi per mostre e commerci e poi ucciderli è già più che maltrattamento, è crudeltà.

Ma costringerli anche in competizioni, feste, manifestazioni come OGGETTI a trainare carri o a correre palii in onore di Santi Patroni, Madonne o per motivi economici, interessi vari o per premi, questo è sadismo, è tortura.

Tradizioni antiche e leggi nuove

Il Parlamento Europeo, a cui molte petizioni contro la corrida e le feste cruente sono arrivate da Spagna, Italia, Gran Bretagna, Germania, Francia, è sempre molto prudente nei confronti di usanze e tradizioni popolari dei singoli paesi.

Ma che cosa sono le tradizioni? Continua a leggere

James Wildman – 101 Motivi Per Diventare Vegani

jameswildmanMatrix esiste. E’ intorno a noi.
Prendi la pillola rossa e scopri cosa c’è dietro l’industria alimentare animale.

Approfondito discorso di Jason Wildman durante una conferenza in cui spiega tutte le menzogne che ci son state dette (e che ci vengono dette tutt’ora) riguardo la nostra fisiologia, le nostre abitudini alimentare e come viene modificato il nostro livello di compassione.

La conferenza è tenuta in Florida per conto della ARFF (Fondazione per i Diritti Animali della Florida). Continua a leggere

Il ricordo più vivo di Margherita Hack (Bruno Fedi a nome del M.A.) [VIDEO]

hackIl ricordo più vivo di Margherita Hack, è il suo intervento in difesa degli animali, dei “Nostri Fratelli Più Piccoli”, come disse, ripetendo le parole di S. Francesco, in un convegno a Trieste, 30 anni or sono. Difendeva gli altri animali dalla violenza e dalla crudeltà degli uomini, ma difendeva anche la ricerca del vero, la ricerca scientifica, senza sopraffazione e sfruttamento su chi è più debole di noi. Era una donna che aveva “Fame e Sete di Giustizia”, pur non essendo una credente.  Anzi, proprio per questo,aveva una morale così rigorosa. Per questo rifiutava la violenza, anche se mascherata, ipocritamente, da difesa dell’ umanità. Molte altre volte, Margherita Hack ha parlato del rapporto uomo-altri animali,difendendoli ed intuendo l’importanza dell’ empatia, per la nostra stessa sopravvivenza. Lo ha fatto a Terni, su mia richiesta, riempiendo non solo la grande sala medioevale della biblioteca, ma anche l’ intera  Piazza Del Popolo; lo ha fatto a Roma, l’ultima volta, un anno fa, nella Terza Università. Discutemmo insieme su come far arrivare un messaggio ai partiti che si dicevano innovatori della società, suggerendo un nuovo modello di sviluppo, un nuovo stile di vita. Pensammo ad un convegno che riunisse i grandi della scienza, Continua a leggere

Giornata internazionale contro i macelli – Firenze giugno 2013

Maiali-in-gabbiaGiornata internazionale contro i macelli. Manifestazione organizzata da Antispecisti Pratesi.
Il corteo ha sfilato per le vie del centro gridando a gran voce contro lo sfruttamento animale in tutte le sue forme e in particolar modo contro i macelli. Luoghi di tortura e morte dove miliardi di animali in tutto il mondo soffrono le pene dell’inferno prima di essere uccisi.
E’ ora di dire basta a questa crudeltà umana che non conosce limiti di sofferenza.
Basta macelli! basta sfruttamento animale! basta specismo!

Piazza di Spagna – Botticelle romane – Arrivano gli animalisti ed è caos. Roma 19.06.2013

Il PAE (Partito Animalista Europeo) e numerosi altri attivisti per i diritti animali presidiano Piazza di Spagna per far rispettare il regolamento comunale riguardo la circolazione delle carrozze trainate da cavalli, chiamate “botticelle”.
Gli animi si scaldano già all’arrivo dei vetturini in piazza, che alla vista dei numerosi animalisti inziano ad innervosirsi, provocando con battute i presenti.
Immediata la richiesta di intervento delle forze dell’ordine, le quali vengono sollecitate dai presenti a far rispettare la legge.

Visibile la sofferenza degli animali dovuta al caldo, bava alla bocca, respiro affannoso, zoccoli solo in parte protetti da gomma…

Ci auguriamo solo che questo mezzo di trasporto inutile e pieno di sofferenza sia presto sostituito con altri più etici e moderni.

Flashmob contro la corrida – Roma for animals – Giugno 2013

Flashmob contro la corrida.
Iniziativa promossa da Roma for animals davanti alle principali piazze del centro storico.
“Corrida tortura ne arte ne cultura” è stato lo slogan scelto per dire BASTA a questa inutile, crudele tradizione che ancora oggi viene praticata in numerosi paesi nel mondo.
Basta corrida! basta crudeltà verso esseri innocenti e indifesi!

 

ANTROPOCENTRISMO: L’INESISTENTE DIRITTO DI STERMINARE ANIMALI

Maiali morti ammassatiCome si sa gli esseri umani appartengono al regno animale, di conseguenza sono, di fatto, animali a tutti gli effetti. Ma questo non vuol dire che lo scopo della filosofia animalista sia quella di equiparare l’uomo agli altri animali, chiedere per loro gli stessi diritti concessi agli umani, perché da ciò comporterebbe la necessità di pretendere dagli animali i medesimi doveri. Ma se al bambino (che ha i suoi sacrosanti diritti) non gli si può chiedere di rispettare i doveri, per fattori comprensibilissimi, allo stesso modo agli animali abbiamo il dovere di accordare loro i diritti senza pretendere doveri, per il semplice fatto che l’essere umano interagisce con loro e appartengono alla nostra stessa famiglia. Credere che l’essere umano sia il signore della creazione è come credere che la goccia sia l’oceano o il granello di sabbia sia il deserto.

Nessuna specie vive isolata; ognuna interagisce in modo più o meno invadente nei confronti delle altre specie con cui viene in contatto. Il problema nasce quando una specie agisce in modo devastante nei confronti delle altre fino schiavizzarle, torturarle, e a spesso portarle all’estinzione. Continua a leggere

Animal Action – 2013 Milano contro la vivisezione

animal-action-2013-milanoQuesta volta a manifestare contro la vivisezione sono gli attivisti milanesi di Animal Action.
Una manifestazione che, nonostante la pioggia, ha saputo gridare con fermezza il proprio disgusto contro questa pratica crudele e antiscientifica!
Contro ogni sfruttamento, fuori da ogni gabbia imposta dal più forte sul più debole, grideremo oggi e sempre, liberazione animale!!